passaporto

Fare o rinnovare il passaporto è un passaggio indispensabile per partire.

La procedura è molto semplice e di seguito vi indico il materiale occorrente e le disposizioni della Questura per poterlo ottenere facilmente.

  1. Marca da bollo da € 40,29

  2. Bollettino postale (c/c postale n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e Finanze – Dipartimento del Tesoro, causale “Rilascio Passaporto Elettronico): € 42,80

  3. Documento di identificazione valido (consiglio di rifare eventualmente una Carta di Identità rovinata)

  4. n° 2 fototessere

  • le foto non devono essere anteriori a 6 mesi
  • le foto devono essere di misura cm. 4 x 4
  • il viso deve risultare in posizione assolutamente frontale
  • il viso deve occupare il 70-80% della superficie della foto (l’inquadratura deve essere appena sopra la testa e appena sotto le spalle)
  • le foto devono essere stampate su carta fotografica
  • le foto devono essere ben a fuoco e chiare
  • lo sfondo deve essere uniforme, di colore bianco o chiaro
  • non sono ammessi copricapi
  • la foto non deve avere riflessi (per esempio se presenti occhiali da vista bisogna evitare eventuali riflessi prodotti dalle lenti, magari indossando una montatura senza lenti)

Tenete presente che le istruzioni indicate riguardo le fototessere sono estremamente rigide e, una difformità potrebbe essere causa di ritardi o addirittura di respingimento della domanda.

La documentazione in elenco va allegata al MODULO DI DOMANDA.

Altro consiglio importante: richiedete il passaporto con largo anticipo!!

Per quanto mi riguarda sono bastati 7 giorni ma, in periodi di alta stagione potrebbero essere necessari fino a 20 giorni.

Con tutto il materiale indicato potete recarvi presso la Questura di riferimento per presentare la domanda. In quella sede saranno prese le vostre impronte digitali elettroniche e vi sarà consegnato un identificativo per il ritiro del passaporto.

_________________________________

UNA NOTA INTERESSANTE

Dal 26 ottobre 2006 i passaporti vengono rilasciati in forma elettronica. Ciò significa che al loro interno è incorporato un microchip elettronico contenente dati biometrici del titolare, in maniera tale che il controllo alla frontiera risulti il più semplice, veloce ed impeccabile possibile.

pass chip