Tokyo…una città, tante parole

Tokyo…una città, tante parole

Tokyo mi fa venire in mente tre parole.

Movimento, tecnologia e convinzione.

Per spiegarvi la prima dovreste vedere l’incrocio di Shibuya, l’incrocio pedonale più trafficato al mondo.

Shibuya

Incrocio di Shibuya

Quando il semaforo diventa rosso, le auto si fermano e una massa enorme di persone invade letteralmente la strada da ogni direzione. Sembra quasi un’invasione di campo alla fine di una partita e ognuno sa esattamente dove andare e la sua traiettoria è una linea senza curve. Poi, in men che non si dica, da piena, la strada torna ad essere vuota. Il verde scatta e le macchine ricominciano a circolare.

 

_____________________________________________________________________________________

Alle spalle di questo incrocio c’è il quartiere della moda giovanile, un’affollata zona di negozi nella quale ragazzi e ragazze entrano a mani vuote ed escono con almeno tre borse di vestiti e un’aria soddisfatta.

Shibuya

Shopping a Shibuya

Molti di loro sono in uniforme, le ragazze con calze al ginocchio, gonna a pieghe, golfino e un nastro infiocchettato, i ragazzi con pantaloni scuri, camicia bianca e cravatta. Tokyo non si ferma mai. Si muove sempre. Cammina, corre, sale e scende le scale, salta in metropolitana. Tokyo è rumorosa, i commercianti fuori dai loro negozi salgono su piedistalli e con microfoni o megafono urlano le loro offerte migliori e la musica in alcuni quartieri copre addirittura il rumore delle macchine.

 

La seconda parola di Tokyo è tecnologica. Il quartiere di Akihabara lo testimonia, tanto da meritarsi il soprannome di “Mecca degli Otaku’, cioè dei fanatici di cartoni animati e videogiochi. Camminando per la strada, sembra di essere il protagonista di un manga, dove ragazzine con parrucche colorate, vestite da marinarette ti allungano un volantino e ti invitano ad entrare nel negozio. Akihabara è il distretto dell’elettronica più grande e famoso al mondo e se alzi lo sguardo vedi grandissimi neon pubblicitari e i negozi vendono ogni tipo di materiale elettronico, dai telefoni di ultima generazione alle antenne per la tv.

Akihabara

Akihabara

 

Tokyo è una città convinta. Lo si nota dal passo deciso delle persone, dall’orgoglio con il quale mostrano di essere giapponesi, ma anche dalla loro devozione.

_______________________________________________________________________________________

Ad Asaksa, la loro devozione è palese nel tempio Kannon, davanti al quale le persone si inchinano, pregano, battono due volte le mani e si inchinano di nuovo.

Asakusa

Tempio Kannon

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fuori dal tempio non c’è silenzio; si sente il rumore continuo delle monete che vengono lanciate su una griglia, prima di cadere in una vasca di ferro. Si vedono poi persone che accendono cerini di incenso in un pozzo di cenere e poi tutti in cerchio, con movimenti delle braccia si portano il fumo sacro al corpo e alla testa perché ne siano purificati. Si vede anche una grande fontana con delle gamelle e le persone raccolgono l’acqua e si bagnano le labbra.

 

image

 

Ma Tokyo è anche impeccabile. Nulla è lasciato al caso.

Tokyo è gentile. Le persone trovano il tempo di accompagnarti alla fermata dell’autobus se ti vedono spaesata e con lo zaino in spalla e di regalarti la loro cartina della metro se chiedi un’informazione.

Tokyo in effetti non è solo tre parole. È tante parole in contraddizione tra loro, ma che rendono questa città unica e diversa da ogni altra.

3 Responses »

  1. Tokyo è meravigliosa…così diversa da quello a cui siamo abituati!
    Interessantissimo il tuo blog, come mai il cinema orientale?

  2. Sai ho lavorato per qualche anno nel multisala di Belluno, sono appassionata di film e sopratutto quelli orientali e allora ho deciso di condividere questa passione.
    Mi piacciono molto i temi che affrontano, le musiche, le scenografie mi fanno sognare…e spero presto di poter fare un viaggio in Asia….percui sappi che ti seguirò nei tuoi prossimi giri! buon viaggio e divertiti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>